Seo copywriter come definisce l'obiettivo del contenuto
Approfondimenti

Seo copywriter: come definisce l’obiettivo del contenuto?

In tanti su LinkedIn o in colloqui individuali si definiscono SEO copywriter soltanto perché sono riusciti a posizionare un paio articoli nella prima pagina di Google. In realtà, non è sufficiente ciò per autodefinirsi specialisti della scrittura SEO, oggigiorno un lavoro retribuito più che dignitosamente in Italia (soprattutto se si considerano le paghe attribuite agli autori di semplici news). A seguire una guida completa sull’importanza della SEO copywriting per coloro che ambiscono a diventare SEO copywriter o più semplicemente sono incuriositi da questa attività e vorrebbero saperne di più In particolare, affronteremo all’inizio il tema relativo a come definire l’obiettivo del contenuto, uno dei passaggi fondamentali che ogni SEO copywriter dovrebbe avere bene in mente prima di iniziare a scrivere qualsivoglia guida.

Come definire l’obiettivo del contenuto nella SEO copywriting

Prima di tutto, è importante comprendere come la definizione dell’obiettivo di un contenuto non è la mera call to action ma qualcosa di più profondo, visto e considerato che tra il SEO copywriter e i lettori del contenuto web deve instaurarsi un rapporto stretto, quasi confidenziale, cercando però sempre di rispondere in maniera puntuale alla domanda fatta. Ma non solo, perché oltre a ciò occorre definire appunto l’obiettivo che si ha quando si inizia a scrivere un determinato testo. Poniamo il caso che si debba scrivere una guida sulle cose da vedere in Provenza: per quest’ultimo bisogna innanzitutto andare a definire la persona a cui ci si sta rivolgendo (utilizzo dunque del tu o del voi), avere un messaggio preciso con cui risolvere il problema del lettore, soddisfare in pieno quanto si aspettava l’utente e arricchirlo grazie a un contenuto di qualità, fornire le risposte a quelli che sono i principali criteri di notiziabilità.

Gli altri elementi della SEO copywriting

Oltre alla definizione dell’obiettivo del contenuto, la SEO copywriting si basa su una search intent preliminare, su una keyword research che tenga conto dell’intenzione di ricerca dell’utente, sulla scelta della parola chiave principale consona all’articolo che ci si sta preparando a realizzare, sull’impiego delle parole chiave secondarie e su quelle che vengono chiamate anche keyword di coda lunga. In particolare, la parola chiave (sia quella principale che eventualmente quelle secondarie) andrà poi a essere inserita in altri campi fondamentali dell’articolo, come ad esempio nel titolo e nelle prime righe del primo paragrafo per far capire al lettore che ha trovato realmente l’articolo per cui ha digitato la parola chiave nel motore di ricerca Google. L’ultimo elemento che prendiamo in esame in questa sede è la lunghezza del contenuto. Non esiste un numero preciso per cui un articolo possa essere definito esaustivo agli occhi degli utenti, molto dipende dall’argomento trattato: infatti si può realizzare anche un post da duemila parole, ma se poi non si rispetta il search intent è anche inutile di fronte a un testo relativamente molto più corto (tra le 500 e 600 parole per intenderci) che riesca a fornire una risposta comunque esaustiva.