Tutto quello che occorre sapere su come calcolare il food cost
Approfondimenti

Tutto quello che occorre sapere su come calcolare il food cost

Chi deve gestire un locale ristorativo deve subito chiedersi come calcolare il food cost, indice fondamentale grazie al quale è possibile stabilire diversi aspetti e che permette di migliorare facilmente la gestione del proprio ristorante senza riscontrare particolari difficoltà.
Ecco come fare il calcolo del food cost ed evitare che il proprio ristorante possa, in qualche modo, essere oggetto di situazioni tutt’altro che ottimali da affrontare.

Perché è importante sapere come calcolare il food cost

Quando ci si chiede come si calcola il food cost (ecco la formula https://www.ristobusiness.it/calcolo-food-cost/), la domanda successiva che ci si potrebbe porre consiste nel capire perché questo è fondamentale.
Il suddetto indice, frutto della domanda come fare il food cost, permette a tutti gli effetti di scoprire quale sia l’andamento del proprio ristorante in base alle portate che vengono servite e ai costi che vengono sostenuti.
Un buon esempio di food cost è quello che offre un risultato positivo e che garantisce, quindi, la sicurezza di poter ottenere solo ed esclusivamente dei profitti durante la gestione dello stesso locale.
Ecco quindi che bisogna sapere come procedere per ottenere un ottimo risultato.

Come calcolare il food cost basilare

Per sapere come fare il calcolo del food cost nella sua versione basilare, ovvero quella semplice, occorre prendere in considerazione due dati, ovvero gli utili ottenuti dalla vendita di quel piatto e successivamente analizzare i costi che questo comporta.
Per sapere come calcolare il food cost di tale piatto occorre rimuovere, dal prezzo di vendita, il costo della materia prima, quindi se un piatto viene venduto a 100 e questo è costato 50 di ingredienti, il valore che si ottiene è 50, che trasformato in indice percentuale indica che il costo è pari alla metà del ricavo.
Ecco quindi come si calcola il food cost nella sua versione basilare, che permette comunque di ottenere un indice interessante per la gestione del proprio locale.

Come fare il food cost nella altre versioni

Ovviamente quello prima citato è solo il primo esempio di food cost, visto che esistono anche altre due formule che consentono a tutti gli effetti di ottenere il migliore dei risultati possibili in termini di gestione dello stesso locale.
Il primo metodo che risponde alla domanda come calcolare il food cost è quello preventivo, che si effettua dividendo il fatturato di un piatto con il suo costo.
In questo modo si ottiene un ulteriore dettaglio utile per evitare che le spese della gestione del ristorante possano diventare eccessive e difficili da sostenere.
Per quanto riguarda l’altra domanda su come fare il calcolo del food cost, ovvero quello consuntivo, in questo caso occorre semplicemente procedere rimuovendo dal costo del piatto quello che viene consumato dai dipendenti, quindi dalle materie prime si rimuove la parte relativa a quanto consumato a titolo gratuito e successivamente quel valore va rimosso dal fatturato.
In questo modo si ottengono diversi indici che permettono di migliorare notevolmente la gestione del locale senza alcuna ombra di dubbio.

Come calcolare il food cost con costanza

Chi vuole avere una panoramica generale sulla gestione del proprio locale deve sapere che alla domanda come si calcola il food cost con frequenza risponde una semplice strategia, ovvero creare delle tabelle nelle quali vengono indicati i vari costi e ricavi.
In questo modo si evitano le problematiche su come fare il food cost visto che si avrà l’occasione di aggiornare i vari listini e capire quali sono le pietanze ideali e quali, invece, dovrebbero essere rimosse dal menù che viene servito.
Ecco quindi che anche con questo esempio di food cost si ha l’occasione di effettuare una gestione ottimale del proprio locale ed evitare che la situazione possa divenire tutt’altro che ottimale, quindi che si rischino perdite di ogni tipo.