Sei stato travolto da troppi debiti, Equitalia ti soffoca
Servizi

Sei stato travolto da troppi debiti, Equitalia ti soffoca?

  • Hai un debito con Equitalia?
  • Non hai pagato una o più multe?
  • Hai dimenticato di pagare il bollo auto?
  • Il comune ti ha addebitato un’imposta?
  • Hai perso un cedolino ed è passato troppo tempo per pagare?

A tutti è capitato e capita prima o poi di avere a che fare con Equitalia, il sistema di riscossione italiano che invia le cartelle inevase.
Ad essere precisi, dal 1º luglio 2017 le società del gruppo Equitalia sono sciolte; l’esercizio delle funzioni relative alla riscossione viene ora svolto dalla neocostituita Agenzia delle entrate-Riscossione, ente pubblico economico strumentale dell’Agenzia delle Entrate.

Il problema dei debiti con l’ex Equitalia (vedi qui come risolverlo https://www.legge3.it/debiti-equitalia-come-uscirne-e-ripartire-pulito/) è che in poco tempo una semplice multa triplica e diventa poi difficile trovare i soldi per pagarla.

In alcuni casi le cartelle esattoriali arrivano a presentare addirittura cifre impronunciabili!

Vediamo perché e soprattutto come può accadere.

Se ti sembra che questa situazione non ti riguardi, pensa che ad oggi in Italia, anche purtroppo a seguito della pandemia, ben 17,4 milioni di persone non riescono a far fronte ai loro debiti; praticamente si tratta di un italiano su 3. Cosa si può fare in questi casi?

Quando è possibile l’estinzione del debito?

Se pensi che ti sia stata addebitata una cifra non dovuta puoi fare richiesta di annullamento, ma devi rivolgerti a chi ne sa di più di te per aver la sicurezza di dare la motivazione corretta. I professionisti sapranno dirti se rivolgerti all’ente creditore, al giudice oppure alla stessa agenzia.

Sono solo tre i casi in cui puoi ottenere un annullamento della cartella esattoriale:

  • I calcoli erano errati
  • L’imposta era già stata pagata
  • Ci sono errori di notifica (ad esempio se la cartella è stata notificata “fuori tempo massimo” per cui il debito è caduto in prescrizione).

Allora vediamo in che tempi si prescrive un debito con Equitalia.

Iva e Irpef, per esempio, si prescrivono dopo 10 anni;
mentre Imu o contributi Inps/Inail si prescrivono dopo 5;
oppure ancora, il bollo auto si prescrive dopo 3 anni.

In realtà i termini possono essere interrotti se il servizio creditore ti manda una raccomandata a ricordarti del pagamento: in questo caso i tempi si allungano ancora.
Questo per dire che solo personale specializzato può darti consigli giusti: non esitare a contattare chi ti può aiutare.
Una soluzione potrebbe essere un saldo a stralcio, ovvero un accordo tra le due parti che prevede che per un forfait il debitore saldi il suo debito tutto in un’unica operazione o a rate. I lati negativi di questo patteggiamento con l’agenzia delle entrate sono molti, tra cui il fatto che spesso la cifra è davvero troppo alta e se si opta per le rate, nel caso in cui una sola non venga saldata, l’accordo decade.

La realtà dei fatti è che i grossi debiti con Equitalia sono solo la punta dell’iceberg: chi ha questo problema nella stragrande maggioranza dei casi ha anche altre pendenze: rate di finanziarie, mutui, scoperture sul conto corrente, debiti con carte di credito o con fornitori, dipendenti o professionisti.

E allora, che fare? Affidarsi alla LEGGE 3!

Legge 3, soprannominata anche “Legge salva suicidi” nasce per sostenere le vittime di Equitalia e dei troppi debiti con lo stato, partendo dal presupposto che si possano ridurre le spese da sovraindebitamento.

Una consulenza approfondita con persone esperte del problema può costruire un percorso adatto ad ogni singolo caso, riducendo così i debiti con lo stato.
Abbiamo esperienza nel campo e sappiamo che è difficile andare avanti giorno per giorno con il pensiero continuo di non sapere come sbarcare il lunario, di aver paura di aprire la cassetta della posta o addirittura rispondere al telefono.

La pace fiscale o le campagne di rottamazione e il saldo a stralcio proposte dallo Stato per sopperire solo ad alcune problematiche non sono la soluzione.