Cabina armadio
Approfondimenti Casa

Cabina armadio a muro, più spazio per i tuoi vestiti

Must have dell’arredamento contemporaneo, la cabina armadio a muro unisce la praticità al design minimale. Invisibile nella parete, in quanto del tutto appoggiata, può essere messa in risalto nella stanza da particolari colori e finiture, che possono essere personalizzate secondo lo stile dell’ambiente che si vuole ricreare. Ma quando una cabina armadio a muro diviene necessaria e quali sono i criteri per sceglierla correttamente e di conseguenza richiederne l’installazione?

Cabina armadio a muro: come sceglierla in base alle caratteristiche

La cabina armadio a muro, conosciuta anche come “raso parete” (proprio perché letteralmente rasenta la parete) si distingue dagli altri tipi di armadi per l’assenza di coprifili e cornici, ovvero è priva di qualsiasi sporgenza. Ciò difatti fa sì che sia la soluzione perfetta per un’installazione rapida. La pulizia delle forme, inoltre, la rende adatta ai vari ambienti. E grazie alla possibilità di rivestire le ante con tinteggiature, decorazioni o carte da parati, si può dare alla cabina armadio anche un tocco più retrò, classico.

Ma come sceglierne una? Quali sono gli elementi di cui dover tenere conto? La cabina armadio si adatta senza alcun problema tanto nelle case di grandi dimensioni che nelle piccole strutture, nascondendo angoli e superfici inutilizzati. Bisogna solo fare massima attenzione a pianificare ogni elemento, ovvero puntare per esempio su una cabina armadio a muro con ante scorrevoli se si ha una parete ampia ma con poco spazio in profondità. La cabina armadio con ante battenti, invece, sarà più indicata per essere montata anche su pareti strette, purché si tenga conto dell’arco di apertura dell’anta stessa.

Cabina armadio a muro, più spazio per i tuoi vestiti

L’installazione della cabina armadio a muro

È possibile richiedere l’installazione di una cabina armadio a muro sia in strutture in muratura che in cartongesso. Sarà, tuttavia, importante al momento della collocazione all’interno della casa, considerare la conformazione degli ambienti. In altre parole: se una camera è lunga e stretta, si può adibire una delle due estremità alla cabina armadio, collocandola dietro la testata del letto o dalla parte opposta. Se, invece, l’ambiente è di dimensioni ridotte, bisognerà ricavare un altrettanto piccola cabina armadio sfruttando vani e nicchie nel muro o mediante una struttura in cartongesso che copri solo un angolo. In alternativa, si può collocare la cabina armadio anche all’interno di un sottoscala o nei rientri della muratura.

Perché scegliere una cabina armadio a muro: i vantaggi

La cabina armadio, dunque, offre diversi vantaggi: in primis può essere installata in qualsiasi ambiente senza appesantirne il design. Può infatti essere collocata anche in spazi molto stretti, come un bagno o un corridoio, conservando sempre l’essenziale leggerezza di una nuda parete. Quando, di contro, non c’è spazio ma c’è la necessità di avere qualche elemento di stile che renda l’ambiente più armonico, si potrà giocare con il design combinando colori, stickers, rivestimenti e carte da parati. Non solo, la cabina armadio è una soluzione piuttosto economica rispetto ad altre, permette di avere tutto in perfetto ordine, sottomano, e dunque evitare il “cambio armadio”, cioè avendo tutto ben ordinato e vestiti invernali ed estivi potranno condividere lo stesso spazio.

Infine, la cabina armadio ottimizza al massimo gli spazi, purché si tenga conto della forma della stanza. Per una stanza lunga, ad esempio, sarà più indicata una cabina armadio rettangolare recuperata sfruttando la parete interna; se, invece, la stanza è di forma quadrata, conviene optare per una cabina armadio ad angolo. E se c’è un soppalco? In questo caso, se il letto lo permette, si può ricavare una cabina armadio sotto il letto e pensare di progettare un letto che si alzi con un angolo di 45° per lasciare spazio agli abiti.