Guida sulla sigaretta elettronica
Lifestyle

Guida sulla sigaretta elettronica

Il mercato delle sigarette elettroniche si sta espandendo a vista d’occhio, numerosi sono i fumatori che iniziano a svapare per tentare di limitare i danni causati dal fumo. Nei prossimi paragrafi, illustrandovi i benefici delle e-cig, proveremo a fare un po’ di chiarezza a riguardo: una piccola guida utile per capire le potenzialità e i limiti della sigaretta elettronica, le caratteristiche e le modalità di utilizzo.

Smettere di fumare è possibile grazie alla sigaretta elettronica

Secondo una recente ricerca di mercato, condotta dall’ Indipendent European Vape Alliance, è stato appurato che circa l’80% dei fumatori che passano alla sigaretta elettronica riescono a smettere di fumare.
Una percentuale piuttosto alta, soprattutto se si considera che il restante 12% del campione preso in considerazione, ammette comunque di essere riuscito a ridurre, grazie alla sigaretta elettronica, il numero delle sigarette fumate giornalmente.
Un dato molto incoraggiante su più fronti: ad oggi, infatti, le cosiddette e-cig, rappresentano il metodo più efficace per smettere di fumare. Grazie alle sigarette elettroniche è quindi possibile ridurre, in modo considerevole, tutte quelle problematiche legate al fumo e alla nicotina, una sostanza che può essere pericolosa per l’organismo se assunta in grandi dosaggi. In particolare, essa può aumentare la pressione sanguigna, la frequenza e la forza di contrazione cardiaca. Aumenta la frequenza respiratoria e, a causa del ridotto trasporto di ossigeno, fa abbassare la profondità di respirazione. Per evitare quindi di danneggiare il proprio organismo è importante ridurre, se non eliminare definitivamente, l’assunzione quotidiana di questa sostanza.
A tale proposito, è importante ricordare che l’utilizzatore delle sigarette elettroniche può definire e scegliere la quantità di nicotina da inserire nel liquido da inalare. Ogni sigaretta richiede l’aggiunta di un liquido, da personalizzare a seconda dei propri gusti ed esigenze, che ne determina le prestazioni dal punto di vista della fumosità e dell’hit, quindi della percezione del vapore che passa attraverso la gola.
Chi vuole smettere di fumare può iniziare a ridurre gradualmente le quantità di nicotina, partendo da una percentuale più elevata fino ad arrivare ad un apporto pari a zero.
Inoltre, le e-cig, a differenza delle tradizionali sigarette, non generano la combustione del tabacco, una reazione altamente dannosa per la salute, in grado di produrre più di 4.000 sostanze tossiche.
La sigaretta elettronica risulta essere la soluzione ideale per contrastare la dipendenza dal fumo, l’unica in grado di sconfiggere il tabagismo in quanto sostituisce la sigaretta in tutte le sue caratteristiche, sia sensoriali che gestuali.

Perchè acquistare una sigaretta elettronica: caratteristiche e benefici 

Più di 37 milioni di persone sono riuscite a smettere di fumare grazie alla sigaretta elettronica dato che, ad oggi, è l’unico metodo capace di creare un’esperienza del tutto simile a quella del fumo di tabacco.
Prima di illustrare i benefici dello svapare, è importante capire il funzionamento di questi dispositivi vaporizzanti.

La sigaretta elettronica non è altro che uno strumento formato da due parti ben distinte:
– batteria che tramite energia elettrica consente la vaporizzazione dei liquidi;
– atomizzatore posto nella parte superiore dove avviene la vaporizzazione e l’inalazione del vapore.

Generalmente la batteria è dotata di un apposito display interattivo per la regolazione della potenza: le impostazioni possono essere cambiate tramite alcuni pulsanti posti sulla batteria stessa, mentre l’accensione, a seconda dei modelli, può avvenire automaticamente non appena si effettua un tiro.
L’atomizzatore, invece, è formato da un serbatoio per il liquido, da una resistenza elettrica e dal bocchino per l’inalazione del vapore.
Quando si attiva la e-cig, il liquido raggiungendo istantaneamente la temperatura di evaporazione, si trasforma in vapore da inalare tramite l’apposito drip tip (bocchino).
Per un corretto funzionamento, si consiglia di sostituire la resistenza elettrica appena si nota un calo aromatico del vapore o in caso di sgradevoli odori.

La sigaretta elettronica è un’invenzione piuttosto recente ma nonostante ciò, numerosi studi, la descrivono come una valida alternativa in sostituzione alle dannose sigarette tradizionali.
Non generando fumo mediante la combustione del tabacco, il loro uso è ritenuto più sicuro da parte dei consumatori. È bene però specificare che i prodotti chimici contenuti all’interno dei liquidi  sono stati pienamente regolamentati e, seppur non esistano studi che ne evidenzino gli effetti a lungo termine, è possibile comunque trovare alcuni benefici legati alle e-cig. In particolare:
– miglioramento della salute polmonare con conseguente diminuzione di muco, tosse ed altre patologie di tipo respiratorio;
– la sigaretta elettronica non va ad intaccare la capacità respiratoria e, a differenza delle tradizionali sigarette, non è causa di fiato corto o affanno;
– miglioramento fino al completo ripristino dell’olfatto e del gusto;
– alla lunga le sigarette elettroniche hanno un costo più contenuto rispetto ai pacchetti di sigarette che vengono acquistati quotidianamente;
– unico metodo per superare la dipendenza dal fumo gradualmente e non in modo brusco.

Quest’ultimo punto è probabilmente quello che spinge molti fumatori a provare la sigaretta elettronica: gli esperti, infatti, consigliano di cominciare a svapare da liquidi che contengono una quantità di nicotina più alta e cominciare a diminuirne la concentrazione gradualmente. Dal punto di vista psicologico, abbandonare certe abitudini, soprattutto quelle legate alla gestualità come può essere il fumare una sigaretta, è molto difficile e tutti gli altri metodi, ad oggi conosciuti, risultano essere poco coinvolgenti e abbastanza limitanti.

Confronto al passato, allo stato attuale è prevista una maggiore regolamentazione della sigaretta elettronica e di tutti quegli elementi correlati ad essa. Così facendo sarà possibile rendere le sigarette elettroniche un’alternativa sempre più sicura al fumo di tabacco grazie ad una precisa sorveglianza sui processi produttivi e all’impiego di sostanze chimiche e materiali più sicuri per la salute del consumatore stesso.
Per non incorrere in problematiche, si consiglia di affidarsi a venditori qualificati e garantiti, diffidare dai prodotti eccessivamente economici ed evitare di acquistare prodotti, ricariche ed accessori tramite canali poco raccomandabili.

Modelli in commercio e altri consigli

Quando si acquista la prima sigaretta elettronica è importante scegliere un prototipo di facile utilizzo, non troppo accessoriato, per abituarsi gradualmente nel passaggio al vapore elettronico. Molto apprezzate dai neo-svapatori sono le pod mod o, in alternativa, i kit all-in-one.
Più dettagliatamente, le pod mod, sono sigarette funzionali e maneggevoli, dalle dimensioni decisamente contenute possono essere utilizzate anche dai fumatori più esperti. Sono composte da due elementi principali:
– il pod (la testa), che include un serbatoio, all’interno del quale è contenuto il liquido da vaporizzare;
– il mod (la batteria), che può essere attivata automaticamente durante lo svapo o tramite apposito pulsante di avvio.
A seconda del marchio, le pod mod possono essere a sistema chiuso, quindi con il liquido aromatico pre-caricato all’interno del serbatoio, o ricaricabili.

I kit all-in-one, invece, sono progettati per essere utilizzati principalmente dagli svapatori meno esperti. Non dispongono di particolari funzionali ed accessori e sono piuttosto facili da utilizzare. Queste sigarette elettroniche sono chiamate all-in-one in quanto composte da un solo pezzo non scomponibile: la batteria, l’atomizzatore, il serbatoio e il drip tip sono già montati e integrati in un unico prodotto compatto e pronto all’uso.
I kit-all-in-one sono l’ideale per coloro che necessitano di un dispositivo tascabile, facile da trasportare e che non richieda particolari accorgimenti dal punto di vista della manutenzione. Molto apprezzate anche dai fumatori più esperti che ne apprezzano l’estrema praticità ed efficienza.

Per chi vuole iniziare a svapare e smettere di fumare le tradizionali sigarette, è importante non alternare fumo e vapore, scegliere aromi che non si discostino troppo dal sapore tipico del tabacco e comiciare con un quantitativo non troppo basso di nicotina. Solo così il corpo e la mente riusciranno ad abituarsi a questa nuova sensazione e la voglia di fumare tabacco diminuirà di volta in volta fino a sparire.