Guanti dielettrici, a cosa servono e quando usarli
Approfondimenti

Guanti dielettrici, a cosa servono e quando usarli

I guanti dielettrici proteggono gli elettricisti dai rischi corsi mentre si maneggiano componenti di impianti elettrici sotto tensione. Offrono il completo isolamento sia da contatto che da distanza o per lavori elettrici in tensione potenziale. Un elettricista ha l’obbligo di utilizzare sempre i guanti dielettrici quando svolge un lavoro sotto tensione a contatto.

Come si usano

Sono dispositivi di protezione individuale adatti agli elettricisti o a chi svolge un qualsiasi lavoro durante il quale può venire in contatto con impianti, macchinari o altre strutture sotto tensione. In commercio si possono trovare vari modelli di guanti dielettrici, ciò che varia è essenzialmente la tensione massima di esercizio a cui il singolo modello può essere utilizzato. Comunemente un paio di guanti dielettrici di classe 00 ha spessore di 0,5 mm e può proteggere elettricisti che operano con una tensione massima di 500 V, aumentando lo spessore del guanto aumenta anche la tensione massima di uso. A tal proposito, a questa pagina puoi trovare maggiori informazioni sui diversi modelli di guanti dielettrici disponibili e su dove acquistarli.

Cosa dice la legislazione

Secondo la normativa vigente gli elettricisti hanno l’obbligo di utilizzare alcuni specifici dispositivi di protezione individuale. Il Testo Unico sulla Sicurezza chiarisce che i DPI sono obbligatori laddove il rischio che il lavoratore può correre non può essere eliminato in altro modo. Sostanzialmente, quindi, i guanti dielettrici sono obbligatori per legge solo per lavori su impianti o macchinari sotto tensione. Laddove sia possibile togliere tale tensione l’obbligo decade completamente. Il rischio che può correre un elettricista che maneggia un oggetto o macchinario sotto tensione è quello di folgorazione, che deve essere eliminato utilizzando guanti e utensili isolati, che quindi non permettono alla tensione di essere trasmessa alla mano dell’operatore. La legislazione individua anche altre tipologie di DPI da utilizzare per evitare il rischio elettrico, correlato anche alla possibilità di sviluppo di archi elettrici.

Rischi correlati agli archi elettrici

L’eventuale sviluppo di un arco elettrico può portare gli oggetti coinvolti a prendere fuoco o ad esplodere. In situazioni di questo tipo l’operatore corre il rischio di cadere, se lavora ad altezze elevate, di scottarsi e di bruciarsi. Per questo motivo il testo unico sulla sicurezza individua anche altri DPI che devono essere utilizzati quando si maneggiano apparecchiature e impianti sotto tensione. Oltre ai già citati guanti dielettrici, che hanno funzione isolante, è importante che l’operatore protegga anche le braccia da eventuali ustioni, così come gli occhi e il volto, utilizzando apposite maniche protettive e una visiera, da applicare a un elmetto. Questo evita impatti alla testa correlati a eventuali cadute.

Scarpe antinfortunistiche

Un altro elemento che tutti gli elettricisti utilizzano, sostanzialmente durante l’intero turno lavorativo, sono le calzature da lavoro isolanti. Una buona quantità di modelli di scarpe antinfortunistiche evitano il passaggio della corrente attraverso i piedi, sono però disponibili in commercio anche scarpe isolanti appositamente progettate per l’utilizzo da parte degli elettricisti, comode e pratiche per l’uso quotidiano. Le scarpe antinfortunistiche sono in effetti un DPI che tantissime categorie di lavoratori hanno l’obbligo di utilizzare.

Chi decide quali DPI si utilizzano

Secondo le vigenti leggi è il datore di lavoro che ha la responsabilità di individuare i rischi che i diversi operatori della sua azienda corrono durante il turno lavorativo, di decidere quali siano i DPI da utilizzare, di acquistarli e di fornirli. È tenuto anche a somministrare ai propri dipendenti adeguata formazione per quanto riguarda l’utilizzo dei DPI che sono obbligati a utilizzare. Nel caso di un elettricista che opera all’interno di un’impresa individuale è chiaro che sarà lui stesso a dover decidere quali DPI sia importante utilizzare, valutando i potenziali rischi durante il suo lavoro quotidiano.