Fisioterapista Studi e come trovare lavoro
Benessere

Lavoro come Fisioterapista: quali cosri di formazione fare

Corsi di formazione fisioterapia: cosa sapere sulla professione

Il lavoro del fisioterapista consiste nell’aiutare i propri pazienti durante le fasi di riabilitazione dopo incidenti o particolari interventi, ma anche solo con problemi fisici che incidono sul corretto funzionamento delle zone del corpo necessarie per la mobilità. Questa figura professionale va a toccare anche le aree neurologiche del paziente, quindi è indispensabile che sia una figura altamente esperta, che non improvvisi, ma che abbia le dovute conoscenze e capacità per svolgere al meglio la professione.
Ovviamente, un fisioterapista non ha solamente il compito di curare, ma anche di prevenire eventuali difficoltà motorie.
Si può accedere alle competenze da fisioterapista attraverso un corso per fisioterapisti (vedi qui).

Corso fisioterapisti: in cosa consiste?

Essendo la professione del fisioterapista un vero e proprio campo sanitario, la laurea è indispensabile. Il corso per fisioterapisti ha una durata di tre anni e si può frequentare nella Facoltà di Medicina e chirurgia. Alla conclusione dei tre anni si ottiene un diploma abilitativo, quindi è possibile entrare da subito nel mondo del lavoro, oppure continuare specializzandosi nel campo con master e dottorati. Prima della fine del corso, è compreso anche un tirocinio formativo, grazie al quale gli studenti e futuri fisioterapisti hanno la possibilità di mettere in atto ciò che hanno imparato nei precedenti tre anni e toccare con mano quello che dopo poco tempo diventerà il loro campo lavorativo.
Le materie d’indirizzo sono principalmente quelle basiche di ogni professione medica, come farmacologia, per conoscere le medicine e le loro componenti, scienze cliniche, con le quali vengono date tutte le conoscenze necessarie sulla clinica e la chirurgia medica generale insieme alle competenze sulla materia di specializzazione. Gli studenti impareranno anche le nozioni di geriatria, materia che tratta le cure e i processi terapeutici dell’invecchiamento fisico, ma anche la patologia generale. Infine, è fondamentale integrare nelle proprie conoscenze anche nozioni di fisica, biologia, genetica e altre.
I futuri fisioterapisti si specializzeranno nel loro campo grazie a materie come la metodologia della riabilitazione, con la quale si imparerà a riconoscere e valutare ogni caso singolarmente, facendo una diagnosi e stabilendo un adatto programma di riabilitazione per i pazienti.

Dove lavorare dopo il corso per fisioterapisti

Una volta concluso il percorso formativo, come già accennato precedentemente sarete pronti per lavorare. Potrete svolgere la vostra professione sia in cliniche pubbliche che private.
In alternativa, potrete scegliere di continuare gli studi e specializzarvi in campi come la fisioterapia pediatrica, la fisioterapia applicata allo sport, lavorando quindi in palestre e altri. Potrete scegliere di lavorare esclusivamente nelle case di cura, aiutando le persone anziane, soggetti più vulnerabili e fragili per quanto riguarda le attività motorie; potrete decidere di fare il fisioterapista a domicilio, aprendo uno studio privato, oppure svolgere la vostra professone negli ambulatori, ma anche nei centri termali. Ma perchè alle terme? I centri termali sono un luogo dove le persone si dirigono per rilassarsi, per svuotare la mente e per staccare la spina. Insieme alle risorse che le terme offrono, è sempre bene affiancare ad esse una figura esperta come il fisioterapista, in modo da dare al cliente un’esperienza il più efficace possibile, facendo in modo da curare o prevenire futuri problemi e dolori degli arti.
Con una specializzazione con laurea magistrale o master, potrete anche lavorare nel campo della ricerca.