Come puoi scoprire quali sono le parole più utili per ricevere visite sul sito
Approfondimenti

Come puoi scoprire quali sono le parole più utili per ricevere visite sul sito?

Le migliori chiavi di ricerca per il tuo sito web

Oggigiorno, a differenza del passato, non è più sufficiente avvalersi di Google Analytics per avere a portata di mano tutte le parole chiave utilizzate dagli utenti per raggiungere il tuo sito ed il loro rispettivo comportamento nei confronti di ognuna di queste, in quanto il colosso americano ha deciso di attuare la protezione della privacy, oscurando così tutti i dati preziosi per qualunque webmaster e titolare di piattaforma web.

Sito web e la dicitura Not Provided

La dicitura Not Provided ha appunto lo scopo di tutelare la privacy degli utenti, nascondendo in questo modo dati e statistiche, eccetto a tutti coloro che aderiscono ad una campagna di Adwords a pagamento.
Tutto ciò ha causato non pochi problemi, in quanto numerose informazioni utili sono sparite da un momento all’altro, obbligando i gestori di qualsiasi sito web a chiedersi quali sono le parole chiave più adatte da utilizzare.

Come scoprire le parole chiave più adatte

Per scoprire le chiavi di ricerca (leggi i consigli di Gianpaolo Antonante), puoi effettuare l’accesso alle statistiche di Google Analytics in veste di amministratore tramite il pannello di Google Search Console della tua stessa piattaforma.
Questi due strumenti sono fondamentali per monitorare sia lo stato di salute del tuo sito Internet, sia per misurarne i risultati, diversamente non potrai mai comprendere eventuali problematiche o migliorie da apportare.
Inoltre sia Google Search Console, sia Google Analytics sono scaricabili gratuitamente e si installano in una manciata di minuti.

Soluzioni alla dicitura Not Provided

Fortunatamente esistono diverse soluzioni alla dicitura Not Provided, tra cui:

  • il filtro Analytics denominato Np Rewrite: questo valido strumento può essere impostato tramite collegamento al tuo pannello di Google Analytics.
    Qui devi accedere in Amministrazione, Profili, Filtri e selezionare la voce Nuovo Filro, che chiamerai NP Rewrite.
    Una volta compiuta l’operazione, clicca su flitro personalizzato e Avanzato, poi all’interno del Campo A seleziona dal menu a tendina la dicitura Termine della campagna e scrivi (.not provided.) nello spazio accanto.
    All’interno del Campo B devi invece estrarre dal menu a tendina la voce URI della richiesta e scrivere nello spazio accanto (.*).
    A questo punto scegli Output in, Constructor, Termine della campagna e scrivi nel campo adiacente np – $B1.
    Nei quattro spazi situati sotto Campo A e Campo B obbligatorio, sovrascrivi il campo output, inserisci il flag a tutte le voci eccetto che all’ultima e seleziona Salva Filtro.
    Dal giorno successo alla creazione di quest’ultimo, avrai la possibilità di visionare i risultati che illustrano la provenienza degli utenti da Google;
  • Google Search Console: questo utilissimo servizio gratuito offerto dal celebre motore di ricerca ti permette, tramite registrazione, di visualizzare come il tuo sito web viene visualizzato su Google per ottimizzarne le performance.
    Per visualizzare le keywords utilizzate dagli utenti su Google negli ultimi novanta giorni, ti basterà semplicemente selezionare le diciture Traffico di ricerca e Analisi delle ricerche.