Macchine per lavorare la lamiera a mano e per lattoneria
Approfondimenti

Macchine per lavorare la lamiera a mano e per lattoneria

La lattoneria è un reparto molto particolare che coinvolge tantissimi settori, dalla realizzazione di grondaie fino agli articoli per edilizia, come le chiusure e i raccordi dei tetti in lamiera, i dettagli per il mobilio e i rinforzi angolari per le pareti.

Si tratta di un’attività che richiede molto spesso di adattare le componenti, che nella maggior parte dei casi non sono disponibili in commercio nella forma che ci occorre per questo sono molto diffuse le macchine per la lavorazione della lamiera.

Dove si usano le macchine per piegare la lamiera

Le macchine per piegare la lamiera portabili di solito non hanno bisogno di alimentazione elettrica e funzionano con un sistema di maniglie e pedali.

Sono strumenti mobili, leggere e facili da spostare direttamente sul cantiere, che si possono però anche tenere tranquillamente in officina in un angolo.

Le dimensioni delle macchine per lattoneria variano a seconda del tipo di lavoro e possono consentire di piegare lamiere fino a 1,2 mm, dopodiché bisogna passare alla lavorazione motorizzata.

La curvabilità e i profili che si possono ottenere dipendono fortemente dallo spessore della lamiera e dalla tipologia di macchina per fogli metallici. La comune latta per edilizia può essere piegata anche con angoli vivi molto stretti, come quella alluminio, che permette di ottenere lavori eccezionali e modifiche successive, anche semplicemente con i forbicioni.

Come funzionano le macchine per lattoneria base

Per le macchine per la piegatura della lamiera (vedi queste https://www.evomach.it/) ci sono due soluzioni differenti. Quelle delle serie base provvedono semplicemente a piegare una lamiera con un angolo vicino a quello vivo ma solitamente più aperto di 90 gradi.

Si impiega di un meccanismo a ghigliottina con un moltiplicatore di forza basato semplicemente su un braccialetto integrato nella macchina a mano per lattoneria che viene controllato con due mani che tengono le maniglie e fanno scendere una piccola calandra.

A volte può servire un piede per esercitare una contro risposta e tenere in posizione con leva la lamiera, se molto spessa. In questo caso il profilo viene adattato semplicemente a un riferimento che si trova installato su un cursore mobile, per poter scegliere fra le varie sagome la forma che si vuole ottenere, con profili più o meno complessi.

Ci sono alcune limitazioni perché non si può avere troppa differenza di forza nei vari punti di piegatura, a causa del fatto che la lama che esercita la forza maggiore è piuttosto grande e non può essere sezionata troppo.

Come funzionano le piegatrici per lamiera a coniatura

L’altra soluzione invece, è quella delle piegatrici per lamiera a coniatura che utilizzano una doppia sagoma e si prestano per lavori più complessi.

In queste viene poggiata la lamina sopra una grande scanalatura con un profilo che solitamente è a U, V, o rettangolare e la pressatura avviene tramite una parte mobile che regolata a scatto con le mani.

Qua si ha una curva interna ed esterna complementari, anche per angoli molto acuti. In questo modo con la macchina per piegatura della lamiera si possono ottenere vari profilati per adattarli, ai lamierini già pronti utilizzati comunemente per le tettoie.

Il conio può anche essere molto complesso, ma di solito più è articolato il lavoro,più l’area utile è limitata per questioni di potenza impressa allo scatto.

Macchine per piegatura della lamiera sicure e certificate

Le macchine per la lavorazione della lamiera sono assolutamente sicure perché vengono realizzate secondo i principi molto importanti. Sono dotate di tutti i bloccaggi di sicurezza per consentire operazioni, senza rischi, perché non è possibile effettuare il caricamento della lamiera sulla sagoma senza fermare i bracci di calata.

Per qualsiasi operazione occorrono sempre due mani. Il meccanismo è semplice, ci sono due eccentrici di sicurezza che richiedono una doppia leva, evitando che si possano infilare le dita per fermare la lamiera che è bloccata con le ganasce di sicurezza.

Un investimento su macchine per piegatura di lamiera significa poterti portare in cantiere un apparecchio per abbattere i tempi di lavorazione, di ricerca di componenti e di adattare sul posto la tua lattoneria alle esigenze della realizzazione.